CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Bomboniere Solidali

Tobia 2,2: “Figlio mio, và, e se trovi tra i nostri fratelli deportati a Ninive qualche povero, che sia però di cuore fedele, portalo a pranzo insieme con noi. Io resto ad aspettare che tu ritorni.”

Tobi era un israelita deportato a Ninive al tempo della prima deportazione degli Assiri, osservante delle leggi ebraiche e fervente nel seguire il Signore. Accadde che il giorno di Pentecoste, prima del pranzo della festa inviando il figlio Tobia alla ricerca di un povero da aggiungere alla sua tavola, seppe di un israelita morto e lasciato in piazza, lasciò quindi il suo pranzo non consumato per vegliare il morto fino al tramonto e poi lo seppellì. Al ritorno per una casualità negativa divenne cieco ma rimase fedele al Signore che non lo abbandonò mandando l’arcangelo Raffaele che affiancò lui e la sua famiglia in una serie di eventi al termine dei quali tornò a vedere, riottenne le proprie ricchezze che nel frattempo gli erano state confiscate perché seppellire i morti ebrei in terra straniera era proibito e il figlio Tobia sposò una ragazza di animo gentile Sara con la quale creò una nuova famiglia. La generosità di chi nel giorno della propria festa si è ricordato delle difficoltà di altri ha mosso Dio in suo favore per affiancarlo nella prova della vita riottenendo più di quanto avesse sperato. Grazie!

BOMBONIERESOLIDALI